Razzo SpaceX fuori controllo è in rotta di collisione con la Luna

Razzo SpaceX  fuori controllo è in rotta di collisione con la Luna

Un razzo SpaceX è in rotta di collisione con la Luna, dove è molto probabile che si schianti il 4 marzo, secondo i dati raccolti da astronomi dilettanti e professionisti. Si tratta dello stadio superiore di un Falcon 9, che è stato lanciato nel febbraio 2015 da Cape Canaveral, in Florida, con l'obiettivo di inviare un satellite meteorologico della US National Oceanic and Atmospheric Administration (NOAA) nello spazio profondo. 

Il booster ha apparentemente vagato in un'orbita irregolare tra la Terra e la Luna negli ultimi sette anni.

Come riportato da "Ars Technica", gli utenti di "ProjectPluto", un popolare software di osservazione delle stelle, hanno notato che la traiettoria del razzo fuori controllo sembra essere diretta verso il lato più lontano della Luna, vicino all'equatore.

$ads={1}

Dopo il lancio nel 2015, lo stadio superiore del Falcon 9 ha portato il satellite NOAA in un'orbita di trasferimento e lo ha rilasciato, mettendolo su una traiettoria verso un punto LaGrange Sole-Terra a più di un milione di chilometri dal nostro pianeta. Poiché l'imbarcazione non poteva tornare sulla Terra con il carburante rimanente, rimase intrappolata senza energia in un'orbita del sistema Terra-Luna.

Razzo SpaceX  fuori controllo è in rotta di collisione con la Luna


Secondo Bill Gray, capo del 'ProjectPluto', questo è il primo caso conosciuto di detriti spaziali che impattano la Luna involontariamente. 

Nel 2009, un impattatore rilasciato dalla sonda LCROSS è stato deliberatamente fatto schiantare sul polo sud lunare nella speranza di imparare qualcosa dall'espulsione. Nel 2012, una coppia di veicoli spaziali della NASA della missione Gravity Recovery and Interior Laboratory (GRAIL) si è schiantata contro una montagna vicino al polo nord dopo aver generato una "mappa di gravità" ad alta risoluzione.

L'oggetto di quattro tonnellate, dice Gray, ha fatto un flyby lunare ravvicinato il 5 gennaio, ma si schianterà il 4 marzo ad una velocità di circa 2,58 km al secondo. Jonathan McDowell, un astrofisico dell'Università di Harvard che lavora all'osservatorio a raggi X Chandra, ha detto sul suo account Twitter che l'impatto "è interessante, ma non così grande".

Per chi lo chiede: sì, un vecchio secondo stadio del Falcon 9 lasciato in orbita alta nel 2015 sta per colpire la luna il 4 marzo. È interessante, ma non un grosso problema.

$ads={2}


Tuttavia, altri ricercatori credono che l'incidente potrebbe fornire informazioni preziose per la scienza. "In sostanza, questo è un LCROSS 'libero'... solo che probabilmente non vedremo l'impatto. Si verificherà sull'altro lato della Luna e non in una zona particolarmente interessante; LCROSS era rivolto al polo sud, dove il ghiaccio potrebbe rimanere nei crateri in ombra", spiega Gray. 

Infatti, dato che lo schianto del Falcon 9 dovrebbe avvenire sul lato lontano della Luna, non può essere osservato dalla Terra, ma i satelliti in orbita, come il Lunar Reconnaissance Orbiter (LRO) della NASA e il Chandrayaan-2 dell'India, possono raccogliere dati sul cratere da impatto e studiare il materiale espulso dal sottosuolo.


L'ora esatta e la posizione dello schianto dipendono da diversi fattori, come la forma del razzo e la luce del sole, che può alterare leggermente la traiettoria dell'oggetto. "Questi effetti imprevedibili sono molto piccoli. Ma si accumuleranno da qui al 4 marzo e ci piacerebbe davvero determinare la posizione dell'impatto nel modo più preciso possibile", in modo che LRO e Chandrayaan-2 "possano trovare il cratere e, se siamo fortunati, anche osservare l'impatto", dice Gray. A tal fine, spera che l'aumento delle osservazioni all'inizio di febbraio possa perfezionare la previsione.

FrancK

Ricercatore Scientifico e Laureato in scienze e astronomia

Posta un commento

Nuova Vecchia