VAPORE ACQUEO E RISCALDAMENTO GLOBALE

 VAPORE ACQUEO E RISCALDAMENTO GLOBALE

Assistiamo da mesi allo show televisivo di noti virologi e infettivologi che in ogni ora del giorno su TV nazionali e su TV locali ci guidano nelle nostre scelte di vita per evitare il Covid-19. A questo punto però viene spontaneo chiedersi, ma questi medici scienziati, preferiscono curare gli ammalati, ho fare i comunicatori? Questi scienziati, poi, lo scorso anno ci avevano garantito che sarebbe bastata la seconda dose di vaccino per chiudere la questione pandemica. 


Poi ci hanno informati che il green pass sarebbe stato valido per 9 mesi, poi sono scesi a 6 mesi ed ora si parla di 4 o 3 mesi. Poi è uscita la questione della terza dose di vaccino ed ora si parla della quarta e poi e poi… In tutto questo bailamme di uscite pubbliche, di ripensamenti e di contraddizioni da parte dei nostri “scienziati comunicatori”, la gente comincia a perdere la pazienza e la fiducia in questi personaggi e, in alcuni casi, purtroppo a cominciare a fare di testa propria.

 $ads={1}

 Ma tutto questo che c’entra con il tema clima? C’entra come “filosofia” comunicativa che dall’alto scende a noi mortali. Gli scienziati dell’atmosfera continuano a dirci che la causa del riscaldamento globale è attribuibile ai cosiddetti gas climalteranti: CO2, CH4(metano), N2O (Protossido d’Azoto) e qualche altro elemento minore. 



Per anni ci hanno presentato questi gas serra come gli unici colpevoli dell’innalzamento delle temperature. Se chiedete alla gente qual è il principale gas che sta modificando il clima, tutti vi risponderanno l’Anidride Carbonica. 


In parte è vero, ma mi chiedo, perché non viene citato invece il maggiore imputato del riscaldamento globale? Se ora vi chiedessi qual è per voi il maggiore gas serra che sta modificando il clima terrestre, cosa rispondereste? Allora cominciamo a fare un po’ di chiarezza: il maggior gas serra che sappiamo essere alla base dei cambiamenti climatici è soprattutto il Vapore Acqueo.


 Ne eravate a conoscenza? Nell'atmosfera, le molecole di acqua catturano il calore irradiato dalla Terra diramandolo in tutte le direzioni, riscaldando così la superficie della Terra prima di essere irradiato nuovamente nello spazio. Il ruolo del vapore acqueo nell’atmosfera non è solo quello di accelerare il riscaldamento globale, ma di accrescere anno dopo anno l’energia della nostra Troposfera.

 In effetti un grado in più di temperatura terrestre vuol dire un 7% in più di umidità nell’aria, quindi dal periodo preindustriale ad oggi abbiamo fatto aumentare la temperatura globale di 1,5° C. – ciò vuol dire che nell’ultimo secolo abbiamo immesso nell’atmosfera oltre 10% in più di Vapore Acqueo. Ne consegue una maggiore energia nel sistema climatico terrestre al punto da poter scatenare fenomeni meteo sempre più estremi. 


Non a caso da qualche anno sul Mediterraneo sono comparsi i Medicane, uragani mediterranei, che nel passato non si conoscevano. 

La scheda che segue dimostra quanto pesa il Vapore Acqueo nel processo di riscaldamento globale



GWP = rappresenta il potenziale di riscaldamento, ovvero il contributo all’effetto serra e al riscaldamento globale. Il GWP è misurato relativamente all'effetto della CO2, il cui potenziale di riferimento è pari a 1. 

  • Ecco perché, se parliamo di GWP, parliamo anche di CO2. Il valore GWP di un gas indica il potenziale del gas a contribuire al riscaldamento globale rispetto al biossido di carbonio (CO2). Ecco due esempi per meglio semplificare: 
  • • Il gas R290 ha un valore di GWP pari a 3. Questo significa che 1 kg di R290, se immesso nell'atmosfera, contribuisce al riscaldamento globale come 3 kg di anidride carbonica. 
  • • R404A contribuisce pertanto al riscaldamento globale come 3.922 kg di anidride carbonica. In virtù di questi dati, l'utilizzo di gas con GWP elevato sarà gradualmente vietato in futuro per ridurre le emissioni che contribuiscono al riscaldamento globale. 
Quindi nei futuri piani previsionali sui cambiamenti climatici, che interessano il nostro pianeta e il nostro futuro, sarà importante non dimenticarsi di inserire il Vapore Acqueo. Per il futuro i nostri scienziati – comunicatori lo tengano presente.  

Articolo di Ennio La Malfa

FrancK

Ricercatore Scientifico e Laureato in scienze e astronomia

Posta un commento

Nuova Vecchia