Video rientro in fiamme dei satelliti SpacaeX Starlink dopo tempesta geomagnetica

Video rientro in fiamme dei satelliti SpacaeX Starlink  dopo tempesta geomagnetica

La scorsa settimana, una tempesta geomagnetica ha causato lo schianto di 40 satelliti SpaceX Starlink lanciati dal Kennedy Space Center in Florida il 3 febbraio, poco dopo essere stati distribuiti da uno dei razzi Falcon 9 dell'azienda. 

Ora sono emerse immagini che mostrano uno o più dei satelliti ad alta velocità che prendono fuoco nei cieli sopra Puerto Rico mentre precipitano a un livello sufficientemente basso da bruciare nell'atmosfera terrestre.

Come riportato da Euronews, una telecamera gestita dall'associazione non-profit Society for Astronomy in the Caribbean (SAC) ha catturato strisce di fuoco nel cielo notturno intorno alle 2:40 ora locale del 7 febbraio.

Tempesta geomagnetica


I satelliti sono stati catturati dalla tempesta geomagnetica - causata dalle emissioni della corona solare nello spazio - prima che avessero la possibilità di aumentare lentamente la loro altitudine per raggiungere la loro orbita finale.

Le tempeste geomagnetiche causano disturbi nell'alta atmosfera e aumentano il trascinamento degli oggetti nelle orbite basse.

  $ads={1}


Anche se SpaceX non ha confermato se l'oggetto - o gli oggetti - catturati dalla telecamera erano i suoi satelliti, la società ha rilasciato una spiegazione di ciò che è andato storto.

"SpaceX utilizza i suoi satelliti in queste orbite più basse in modo che, nel rarissimo caso in cui un satellite fallisca i controlli iniziali del sistema, sia facilmente de-orbitato dalla resistenza atmosferica".

Fortunatamente, le centinaia di chili che compongono i satelliti "non comportano alcun rischio di collisione con altri satelliti", secondo la società. Poiché bruciano completamente in orbita, "non si creano detriti orbitali e nessuna parte del satellite tocca la terra", hanno aggiunto.

  $ads={2}

Migliaia di satelliti Starlink

satelliti SpacaeX Starlink



SpaceX ha lanciato con successo più di 1.800 satelliti internet a banda larga Starlink fino ad oggi. Il lancio fallito all'inizio di questo mese è stato il terzo dell'azienda solo quest'anno.

Il primo lotto è stato lanciato nel maggio 2019 e SpaceX ha attualmente l'approvazione normativa per la consegna di 12.000, con piani per un'espansione ancora maggiore, che potrebbe offuscare il cielo notturno e rendere le osservazioni astronomiche notevolmente più difficili.



FrancK

Ricercatore Scientifico e Laureato in scienze e astronomia

Posta un commento

Nuova Vecchia