La NASA prepara un nuovo messaggio per gli extraterrestri

La NASA scrive un nuovo messaggio per gli extraterrestri 

Il nuovo messaggio della Nasa destinato agli Alieni è ricco di dettagli, tra cui un'introduzione di base sulla matematica, la composizione chimica degli esseri umani, una mappa della Terra e persino la nostra esatta posizione nella Via Lattea.

Un team internazionale di scienziati guidato da Jonathan Jiang del Jet Propulsion Laboratory della NASA ha formulato un messaggio aggiornato in codice binario che potrebbe essere trasmesso a extraterrestri intelligenti presenti nella Via Lattea.

Anche se non abbiamo ancora trovato forme di vita extraterrestre, la ricerca si sta intensificando grazie a progetti come il telescopio cinese FAST e il telescopio James Webb della NASA. 

La NASA prepara un nuovo messaggio per gli extraterrestri
La NASA prepara un nuovo messaggio per gli extraterrestri 


Adesso, la nuova nota spaziale, soprannominata Beacon in the Galaxy (BITG), è l'ultima di una serie di tentativi di contattare altre forme di vita nell'universo che risalgono a un messaggio inviato nel 1974 dal telescopio Arecibo di Porto Rico, scritto dallo scienziato Carl Sagan e dal pioniere SETI Frank Drake, a un ammasso di stelle.

    $ads={1}

"Il Faro nella galassia"

Come riporta Scientific American, l'articolo di 13 pagine intitolato "Beacon in the Galaxy" spiega come il nuovo, più avanzato messaggio BITG - che consiste di 13 parti che hanno circa 204.000 cifre binarie effettive, o 25.500 byte, in totale - è ricco di dettagli, come un'introduzione di base alla matematica, la composizione chimica degli esseri umani, una mappa della Terra e persino la nostra esatta posizione nella galassia della Via Lattea. Include anche un invito agli extraterrestri a rispondere in natura, tra molti altri elementi.

"Il messaggio proposto include concetti matematici e fisici di base per stabilire un mezzo universale di comunicazione, seguito da informazioni sulla composizione biochimica della vita sulla Terra, la posizione del sistema solare nella Via Lattea rispetto agli ammassi globulari conosciuti, nonché rappresentazioni digitalizzate del sistema solare e della superficie terrestre", affermano Jiang e i suoi colleghi nello studio.

"Il messaggio si conclude con immagini digitalizzate della forma umana, insieme a un invito per qualsiasi intelligenza ricevente a rispondere", ha aggiunto il team.

Gli scienziati propongono quando e dove mandare il messaggio 

Nel loro nuovo lavoro, il team di Jiang include dettagli come il miglior periodo dell'anno per trasmettere il loro messaggio e i possibili obiettivi, tra cui un denso anello di stelle vicino al centro della Via Lattea. Il team propone anche di utilizzare il radiotelescopio sferico di cinquecento metri di apertura (FAST) in Cina e l'Allen Telescope Array al SETI Institute in California. 

    $ads={2}

Le istituzioni coinvolte nel nuovo lavoro includono il SETI Institute, l'Università di Cambridge e la Beijing Normal University, tra gli altri.

Un linguaggio universale

Poiché non sappiamo come comunicano gli extraterrestri intelligenti, o se esistono, è difficile immaginare un linguaggio che possa essere "universale". Per questo motivo, Jiang e i suoi colleghi hanno scelto di adottare un approccio simile a quello di molti messaggi interstellari precedenti, scrivendo il BITG come una bitmap, un mezzo che utilizza il codice binario per creare un'immagine pixelata.

Il ragionamento è che, se esistono, vivono nello stesso universo in cui viviamo noi e sono quindi soggetti alle stesse leggi immutabili. Così, secondo gli scienziati, non è irragionevole supporre che gli extraterrestri abbiano scoperto cose simili sulla matematica, la fisica o gli elementi di base della materia.

"Anche se il concetto di matematica in termini umani è potenzialmente irriconoscibile per l'intelligenza extraterrestre (ETI), il binario è probabilmente universale in tutte le intelligenze", notano i ricercatori. 

"Il binario è la forma più semplice della matematica, poiché comporta solo due stati opposti: zero e uno, sì o no, bianco o nero, massa o spazio vuoto. Pertanto, trasmettere il codice come binario sarebbe molto probabilmente comprensibile a tutti gli ITE ed è la base del messaggio BITG", ha aggiunto.

 i possibili rischi mandando un messaggio agli Alieni

Dato che non sappiamo assolutamente nulla degli alieni in termini di comportamento, etica e motivazioni, alcuni esperti hanno avvertito che trasmettere la posizione della Terra nella galassia potrebbe essere un invito per una specie potenzialmente ostile a causare danni al nostro mondo - tutto ciò nonostante il fatto che la civiltà umana ha trasmesso, per quanto debolmente, la sua presenza da quando abbiamo iniziato a trasmettere onde radio.

Da parte loro, Jiang e i suoi colleghi hanno riconosciuto questo rischio, ma alla fine hanno risposto che qualsiasi alieno in grado di decodificare il messaggio BITG è improbabile che possa essere un soggetto aggressivo.

Tuttavia, la logica suggerisce che una specie che ha raggiunto una complessità sufficiente per raggiungere la comunicazione attraverso il cosmo avrebbe anche molto probabilmente raggiunto alti livelli di cooperazione tra di loro e quindi conoscere l'importanza della pace e della collaborazione", hanno detto gli scienziati. 

Eppure, ci sono molti che rimangono cautamente contrari all'idea di contattare gli extraterrestri intelligenti. Per quanto eccitante possa essere, la verità rimane che non sappiamo a cosa potremmo andare incontro. Quindi dovremmo fare qualcosa del genere, visti i potenziali rischi? Il dibattito nella comunità scientifica continua. 


FrancK

Ricercatore Scientifico e Laureato in scienze e astronomia

Posta un commento

Nuova Vecchia