Scoperto un Pianeta coperto da oceani

Scoperto un possibile mondo acquatico ricoperto da oceani a 100 anni luce dalla Terra

Un team di astronomi ha annunciato la scoperta di TOI-1452 b, un esopianeta a soli 100 anni luce dalla Terra nella costellazione del Draco, ricoperto da oceani che potrebbe essere il miglior candidato per essere il gemello perfetto della Terra .

Se confermato, l'esopianeta , che orbita attorno a una stella in un sistema binario, potrebbe essere un nuovo obiettivo nella ricerca di vita extraterrestre.

Secondo gli scienziati, le misure delle sue dimensioni e della sua massa - leggermente superiori a quelle della Terra - suggeriscono un profilo di densità coerente con un oceano liquido globale, simile a quello di alcune lune di Giove e Saturno. 
Scoperto un Pianeta coperto da oceani



"TOI-1452 b è uno dei migliori pianeti adatti ad ospitare acqua allo stato liquido finora individuati", afferma in un comunicato Charles Cadieux, autore principale dell'articolo pubblicato su The Astronomical Journal e dottorando presso l'Università di Montreal.

 $ads={1}

"Il suo raggio e la sua massa suggeriscono una densità molto più bassa di quella che ci si aspetterebbe per un pianeta composto essenzialmente da metallo e roccia, come la Terra", ha aggiunto.

Si ritiene che il pianeta sia roccioso come la Terra, ma molto più umido. Secondo l'analisi del team, potrebbe essere composto dal 30 per cento di acqua in massa, una percentuale notevolmente superiore a quella della Terra, che è inferiore all'uno per cento.

L'acqua potrebbe essere molto più abbondante su alcuni esopianeti
Secondo il comunicato stampa dell'Università di Montreal, negli ultimi anni gli astronomi hanno identificato e determinato il raggio e la massa di molti esopianeti di dimensioni comprese tra la Terra e Nettuno (circa 3,8 volte più grandi della Terra). 

Alcuni di questi pianeti hanno una densità che può essere spiegata solo se una grande frazione della loro massa è costituita da materiali più leggeri di quelli che compongono la struttura interna della Terra, come l'acqua. Questi ipotetici mondi sono stati battezzati "pianeti oceanici".

Il telescopio James Webb potrebbe dare un giudizio più attendibile


Le osservazioni con il James Webb Space Telescope dovranno ora continuare a studiare l'atmosfera dell'esopianeta per dare un giudizio più sicuro sulla natura di TOI-1452b, ma i risultati iniziali sono molto intriganti.

 $ads={1}

"Le nostre osservazioni con il telescopio Webb saranno essenziali per comprendere meglio TOI-1452b", ha dichiarato l'astronomo René Doyon dell'Università di Montreal, che ha riassunto il progetto della componente NIRISS di James Webb. "Appena possibile, metteremo da parte del tempo su Webb per osservare questo strano e meraviglioso mondo", ha aggiunto.

Il team ha rilevato indizi dell'esistenza dell'esopianeta nei dati raccolti dal telescopio spaziale Transiting Exoplanet Survey Satellite (TESS) della NASA. Dopo il primo rilevamento, hanno messo a fuoco il loro obiettivo utilizzando uno strumento installato presso l'Observatoire du Mont-Mégantic (OMM), un osservatorio situato in Quebec, Canada.

FrancK

Ricercatore Scientifico e Laureato in scienze e astronomia

Posta un commento

Nuova Vecchia